30 Luglio 2021
percorso: Home > news > News Generiche
15-12-2020 18:42 - News Generiche
Il filosofo Noam Chomsky afferma che Donald Trump disprezza il diritto internazionale e i diritti umani con la sua decisione di riconoscere la sovranità del Marocco sul Sahara occidentale, territorio che occupa militarmente da 45 anni.

In occasione di ARTifariti 2020, il XIV Sahara Occidentale Art and Human Rights Encounters, tenutosi online da Siviglia, Algeri, Città del Messico, Maputo (Mozambico) e dai campi profughi saharawi di Tindouf (Algeria), Chomsky ha tenuto una conversazione telefonica dal suo ritiro in Arizona (USA) con l'artista e professore universitario Isidro López-Aparicio, membro dell'Istituto di ricerca di La Paz e dei conflitti dell'Università di Granada, a sostegno del Sahara occidentale e della Palestina.

Il linguista e politologo americano, considerato il più importante dei pensatori contemporanei secondo il New York Times, è schietto: “Il presidente Trump ha rivelato ancora una volta il suo disprezzo per il diritto internazionale e i diritti umani fondamentali riconoscendo ufficialmente l'occupazione criminale e brutale dal Sahara occidentale per il Marocco ”, a cui aggiunge che gli Stati Uniti sono diventati la prima nazione a farlo.

Per Chomsky, quello che è successo con il Sahara occidentale “è stato chiaramente un regalo al Marocco in cambio dell'accettazione della richiesta di Trump di riconoscere la criminale e brutale occupazione israeliana della Cisgiordania palestinese. L'orrenda simmetria rivela con grande chiarezza la malevolenza della sua amministrazione ”.

Detto questo, il pensatore americano chiede alla comunità internazionale di unirsi "per fornire un vigoroso sostegno alle vittime di queste politiche crudeli, che fanno rivivere pratiche vergognose che hanno disonorato la storia occidentale".




Fonte: Contramutis

Realizzazione siti web www.sitoper.it